ABBIAMO PENSATO DI ELENCARVI UNA RACCOLTA DEI NOSTRI TÈ E INFUSI IN FOGLIA PIÙ INDICATI DA BERE GHIACCIATI.

 

MA COME SI PREPARA UN BUON TÈ FREDDO? Il metodo migliore è quello di fare prima l'infusione classica come se si dovesse bere un tè caldo (rispettando quindi tempi e temperature a seconda del tipo di tè scelto), con l'unica differenza che lo stesso quantitativo di foglie dobbiamo infonderlo in un terzo dell'acqua che avremmo usato abitualmente: il risultato, al termine dell'infusione è quindi un concentrato. A questo punto aggiungiamo ghiaccio fino al quantitativo di tè che avremmo dovuto preparare inizialmente, si dolcifica poi a piacere (meglio con dolcificanti liquidi, come miele, succo in modo si possano disperdere meglio). Utilizzando questo metodo, si può gustare una bevanda fresca appena preparata senza bisogno di farla riposare a temperatura ambiente o in frigorifero per diverse ore. Il vantaggio è quello di mantenere inalterati tutti gli aromi e i principi attivi contenuti nelle nostre foglie di tè che altrimenti andrebbero incontro ad ossidazione cambiando di colore e perdendo la maggior parte delle loro proprietà benefiche.

 

UN INFUSO A BASE DI ERBE O FRUTTA è invece meno delicato di un tè; è quindi possibile prepararlo con il metodo descritto sopra (che è sempre il consigliato), ma è anche possibile prepararlo con il classico metodo di infusione per poi farlo raffreddare in frigorifero in un secondo momento.


BUONO FREDDO!